News ed eventi


Share on Facebook
Share on Twitter
Share via e-mail

Niente più visto a Pechino in transito

Airchina, principale compagnia aerea cinese internazionale, annuncia oggi che dal 15 giugno 2011 sarà operativo il primo e unico volo diretto da Milano Malpensa a Pechino International Airport. Sono stati predisposti tre voli diretti settimanali nei giorni di lunedì, mercoledì e sabato con arrivo previsto alle 19.00 e partenza alle 21.00

Milano, 11 maggio 2011 – Airchina, principale compagnia aerea cinese internazionale, annuncia oggi che dal 15 giugno 2011 sarà operativo il primo e unico volo diretto da Milano Malpensa a Pechino International Airport. Sono stati predisposti tre voli diretti settimanali nei giorni di lunedì, mercoledì e sabato con arrivo previsto alle 19.00 e partenza alle 21.00.

Il volo è operato con Airbus A330 che offre 206 posti in classe economica e 34 in business, dove la comodità dei passeggeri viene garantita dallo stile dei nuovi allestimenti, oltre ad un sistema di Video on Demand in grado di offrire un adeguato intrattenimento a tutti i passeggeri.

In concomitanza con l’inaugurazione del volo diretto Milano - Pechino, nel periodo compreso tra il 15 di giugno e il 30 luglio 2011, il costo dei biglietti per la relativa tratta parte da una tariffa speciale di 300 euro + tasse

Il Presidente di Alitalia Roberto Colaninno, l’Amministratore Delegato di Alitalia Rocco Sabelli e il Presidente di China Eastern Ma Xulun hanno presentato i nuovi collegamenti diretti tra l’Italia e la Cina, operati in codesharing da Alitalia e da China Eastern e avviati nell’ambito di un accordo di partnership tra le due compagnie. I nuovi voli collegheranno Roma con le due principali metropoli cinesi, la capitale politica Pechino e la capitale economica Shanghai. Dall’estate, China Eastern opererà nuovi voli tra Roma e Shanghai in codesharing con Alitalia. I voli saranno effettuati 4 volte alla settimana e operati con Airbus A340 configurati in 3 classi di viaggio; a partire dal 1° giugno, Alitalia opererà nuovi voli tra Roma e Pechino in codesharing con China Eastern. I voli saranno effettuati 4 volte alla settimana (5 a partire dal mese di ottobre) e operati con Airbus A330 configurati in 3 classi di viaggio.

E’ arrivata la HELLO CARD ! Una nuova scheda SIM pensata apposta per chi viaggia in Cina !

La HELLO CARD è commercializzata dalla compagnia telefonica China Mobile contiene già un traffico incluso di 60yuan.

La tariffa al minuto è molto conveniente e funziona in tutta la Cina.

E’ la soluzione migliore per chi vuole chiamare sia entro i confini cinesi che all’estero !

Scarica le istruzioni della HELLO CARD in formato .pdf ! Clicca qui…

Nel 2010 la Cina ha registrato 56 milioni di visitatori dall’estero (+10% sul 2009) posizionandosi al terzo posto nella classifica dei Paesi più visitati dopo Francia (79 milioni di turisti, +2,8%) e Usa (60,8 milioni, +10,9%). Lo comunica l’OMT, l’organizzazione mondiale del turismo, aggiungendo che il Paese orientale diventerà entro il 2020 la principale destinazione turistica mondiale.



In generale, nel 2010 hanno viaggiato 935 milioni di turisti (+6,7%) superando anche il livello del 2008. In testa alle preferenze dei viaggiatori i Paesi dell’Asia-Pacifico (+12,6%), seguiti dalle destinazioni sudamericane (+10,4%), in particolare il Brasile (+52%).



Il turismo incoming in Italia ha registrato nel 2010 una crescita del 2%, come in Germania.

20 milioni di cinesi, solo nel terzo trimestre del 2011, una numero davvero impressionante di turisti cinesi che hanno scelto di viaggiare all’estero, probabilmente motivati da decenni di totale chiusura a qualsiasi influenza esterna. E se vi sembrano tanti, sappiate che l’UNWTO, Organizzazione mondiale per il turismo, ha stimato che nel 2020 saranno 100 i milioni di cinesi in giro per il mondo.

Come un un’onda che si allarga, dopo aver buttato il sasso in acqua; cerchi concentrici che piano, piano si allargano, fino ad arrivare sulle sponde più lontane. Per ora l’onda cinese è arrivata ad Hong Kong, Macao, Corea del Sud, Malaysia, Stati Uniti, Giappone, Thailandia, Taiwan, Singapore e Russia, ma già quest’anno in Europa si è registrato un 25% in più di turisti provenienti dalla Cina.

E c’è chi cavalca l’onda, come il Giappone che ha semplificato i requisiti per i viaggi turistici ed aumentato il permesso di soggiorno da 15 a 30 giorni, la Nuova Zelanda che ora accetta i documenti d’identità cinesi, l’Irlanda che ha incluso la Cina nel proprio programma di esenzione dai visti per i brevi viaggi a scopo turistico, e la Spagna che ha programmato di intercettare per il 2020 almeno 1 milione di visitatori dalla Cina.

E l’Italia? Staremo a vedere come reagirà l’Italia, in bilico tra la paura di vedere nascere tante Chinatown tra i campanili delle proprie città, e il desiderio di sviluppare uno dei pochi business che non può essere trasferito all’estero.

Il prossimo 26 dicembre verrà inaugurata la nuova linea di treni ad alta velocità che collegherà Pechino a Guangzhou (Canton). La data scelta per l’inaugurazione non è casuale, infatti coincide con l'anniversario della nascita di Mao Tse-tung. Questo nuovissimo collegamento unirà le due città, la capitale cinese al nord e la metropoli del sud  in circa 22 ore, con una partenza alle 8 della mattina.

Sarà una delle linee ferroviarie più veloci al mondo ma soprattutto la più lunga con 2,298 km di rotaie ad alta velocità (secondo il ministro delle Ferrovie). Le fermate previste saranno 35 con una tappa fra le principali città attraversate (Zhengzhou, Wuhan e Changsha).

La nuova tratta si aggiungerà alle due principali linee con una velocità tra i 300 e i 350 km/h: l'AV Pechino-Shanghai (che ha ridotto il tempo di percorrenza a 5 ore di viaggio) e l'AV Wuhan-Guangzhou.

Beijing apre le porte ai turisti ! La capitale del Nord, la nostra Pechino. Il Consiglio di Stato cinese ha approvato una proposta che permetterà ai visitatori stranieri che transitano a Pechino, di rimanere nella capitale per un massimo di 72 ore senza visto.

Il nuovo regolamento entrerà in vigore dal 1° gennaio 2013, e sarà applicabile ai cittadini provenienti da 45 paesi, tra cui Australia, Canada, Corea del Sud, Giappone, Stati Uniti, a da tutti i paesi dell’Unione europea, Italia compresa.

Peccato però che la novità si applichi solo a Pechino, perché per tutte le altre destinazioni in Cina, rimangono in vigore le regole precedenti, che prevedono il visto. Ma intanto è un’inizio, e speriamo per il meglio per il futuro.

Nuova linea ad alt velocità Pechino-Guangzhou (Canton)

E’ arrivata la nuova “HELLO CARD”

Nel 2020 previsti 100 milioni di turisti cinesi

Primo volo diretto Malpensa-Pechino

Nuovi voli Roma-Pechino

La Cina terza meta turistica del mondo

Created by www.viaggincina.it - Beijing (China) - All rights reserved
E-mail: info@viaggincina.it
La Cina più autentica, la Cina di cui ti puoi fidare!
Viaggincina